Quale categoria laser hanno i sistemi eurolaser?

Mettiamo fine alle chiacchere - tutta la verità sulle categorie laser

Fin dall'inizio dell'uso delle radiazioni laser è obbligatorio contrassegnare le fonti di radiazione laser e le macchine laser con un classificazione di categoria. I fattori decisivi per l'assegnazione a una determinata categoria laser sono la potenza laser, la lunghezza d'onda del laser e le caratteristiche di sicurezza che ne derivano.

Tuttavia spesso si hanno malintesi, indicazioni errate o addirittura etichette false. È veramente difficile rispondere a queste questioni - non importa se poste per puro interesse economico o per mancanza di conoscenze approfondite. Ecco perché abbiamo deciso di chiarire una volta per tutte i dubbi!

Etichette false?

  • Le macchine laser progettate per la lavorazione di materiali devono sempre rientrare nella categoria laser 4.
  • Una copertura o una soluzione di incapsulamento non modifica la categoria laser - per il prodotto resta in essere la categoria laser 4.
  • Per l'omologazione UE per tutte le macchine è richiesto, in esercizio standard, che la postazione operatore sia assegnata a una categoria laser 1 o rispettivamente 2. Ciò vale naturalmente anche per tutti i sistemi eurolaser.

Sistemi eurolaser

  • sono sicuri a livello di postazione di comando e manipolazione e quindi usati come prodotti di categoria laser 1
  • sono omologati TÜV e dotati di conformità CE
  • si caratterizzano per una soluzione di sicurezza complessiva
  • non richiedono locali protettivi o cabine speciali
  • possono essere usati senza indossare occhiali protettivi
  • grazie alla libertà di accesso sono efficienti e utilizzabili in modo flessibile 
  • grazie alla soluzione di sicurezza ergonomica impediscono interventi operativi inutili

Approfittate della consulenza approfondita e individuale dei nostri esperti per la sicurezza laser!


A quale classe appartiene un laser o un prodotto laser come definito nella norma EN60825-1?

A quale categoria appartengono un laser e un prodotto laser in accordo alla norma EN60825-1?

  • Categoria laser 1 (1; 1M): si tratta di laser e prodotti laser che non emettono nessuna radiazione laser pericolosa. Inoltre la radiazione (λ 400….700 nm) viene considerata come non pericolosa e/o non si hanno i rischi secondari correlati a un prodotto laser di categoria laser 1. (Potenza laser: < 25 µW ≡ 0,000025 W) Esempio: DVD player; stampante laser
  • I laser e i prodotti laser assegnati alle categorie laser 2 (2;2M) sono caratterizzati da una radiazione laser visibile e accessibile. (Potenza laser: ≤ 1m W ≡ 0,001 W) Esempio: laser pointer
  • I laser e i prodotti laser assegnati alle categorie laser 3 (3R;3B) sono caratterizzati da una radiazione laser accessibile (λ 302,5….106 nm) che può essere pericolosa per l'occhio umano, e in casi particolari anche per la pelle. In questo caso è necessario rispettare particolari prescrizioni protettive. (Potenza laser: 1 … 500 mW ≡ 0,5 W) Esempio: laser per show e discoteche
  • I laser e i prodotti laser assegnati alle categorie laser 4 sono caratterizzati da una potente radiazione laser (λ 302,5….106 nm) che, nell'area a rischio, in caso di radiazione diretta, riflessa o in parte irradiata può causare danni a occhi e pelle. Sussiste anche il rischio di incendio ed esplosione - i cosiddetti rischi secondari. In questo caso è necessario rispettare importanti prescrizioni protettive. Esempio: incisori laser per la lavorazione di materiali; sistema di taglio al laser
Categoria laser 4

Essenzialmente vige:

  • Le macchine laser progettate per la lavorazione di materiali devono essere sempre assegnate alla categoria laser 4 vista la lunghezza d'onda della luce laser e all'intensità di potenza.
  • Anche rischi secondari, come possibili emissioni processuali tossiche, e il rischio di incendiare materiali infiammabili richiedono la categoria laser 4.
  • Le macchine laser progettate per la lavorazione di materiali (assegnazione alla categoria laser 4) devono essere realizzate in modo da risultare sicure in fase operativa. Ciò implica che le aree di comando e manipolazione devono essere assegnate alla categoria laser 1 o 2, applicando apposite misure protettive.
  • Ciò però non implica una nuova categoria di appartenenza per la macchina laser - la categoria laser 4 del prodotto resta in essere.

Quali macchine di lavorazione laser sono offerte?

1. Struttura chiusa

Struttura chiusa

                                                                      

Massima sicurezza per:                   
- radiazione laser in uscita
- irradiazione riflessa
- masse movimentate
- rumore
emissioni processuali

Limitazioni in esercizio:     
- procedure operative rapide
- accessibilità e manipolazione
- controllo processuale
- flessibilità
protezione antincendio


2. Struttura aperta

Struttura aperta

                                                           

Massima sicurezza per:               

- sicurezza non ottimale

Limitazioni in esercizio:           

- radiazione laser diretta in uscita
- irradiazione riflessa
- event. masse movimentate non protette
- event. contaminazione da emissioni processuali
event. notevole rischio d'incendio


3. Struttura parzialmente aperta con soluzioni di sicurezza intelligenti

Struttura parzialmente aperta con soluzioni di sicurezza intelligenti

                                                 

                                                        

     Vantaggi operativi e massima sicurezza per:

- radiazione laser in uscita    
- irradiazione riflessa
- masse movimentate
- rumore
- emissioni processuali
- procedure operative rapide

- accessibilità + manipolazione
- controllo processuale
- flessibilità
- utilizzo del locale
protezione antincendio

Cosa significa ciò a livello pratico?

Cosa significa in pratica?

Ogni macchina di lavorazione laser utilizzata in campo commerciale e che dispone di un laser di categoria 4 è e rimane soggetta, in Germania, all'obbligo di registrazione presso le autorità di controllo e le associazioni di categoria professionali. Una copertura o una soluzione di incapsulamento del sistema non modifica questo obbligo! Pertanto ogni laser destinato alla lavorazione va assolutamente registrato! In altri paesi UE e non UE l'obbligo di registrazione va trattato in modo individuale, ma spesso è regolamentato in modo analogo.

Una struttura chiusa realizzata con una soluzione di incapsulamento dell'intero impianto non è particolarmente consigliata. Di solito in questo caso si ha infatti la zona di categoria 4 più ampia in assoluto, dal punto di vista spaziale, e contemporaneamente un rischio maggiore di accesso non permesso alla zona a rischio. Le zone nelle quali si può presentare la radiazione laser dovrebbero essere il più ridotte possibile ed eliminare possibili bypass dei dispositivi di sicurezza, come invece spesso comune. Rapide procedure operative e buone caratteristiche di manipolazione sono possibili solo con una struttura costruttiva aperta.

La struttura costruttiva offerta da eurolaser può pertanto rinunciare ad un pieno incapsulamento e accomuna i vantaggi offerti dalle caratteristiche di sicurezza a quelli di un utilizzo pratico. L'operatore è protetto da rischi quali emissione di radiazione laser, irradiazione riflessa o anche emissioni processuali grazie alla soluzione incapsulata di guida del raggio laser. Inoltre, grazie alle ottime caratteristiche di manipolazione, può lavorare rapidamente, controllare il processo di taglio e sfruttare la massima flessibilità operativa.

Per le zone di comando e manipolazione che prevedono l'ingresso dell'operatore, per ottenere l'omologazione nell'UE e quindi anche in Germania si deve assolutamente rispettare la categoria laser 1 o 2. Le macchine di lavorazione laser completamente incapsulate offrono solo apparentemente la massima sicurezza. A livello pratico spesso i dispositivi di sicurezza sono bypassati o smontati, per tener testa ai problemi pratici di esercizio.

Conseguenze delle modifiche ai dispositivi di sicurezza:

  • maggiori rischi per se stessi e altre persone
  • in base alla legislazione vigente ci si rende passibili di pena
  • in caso di incendio è difficile applicare le misure estinguenti sulle modifiche effettuate
  • dal punto di vista ergonomico spesso le modifiche sono problematiche
Quali cose devi considerare prima di acquistare un sistema laser?

Quali fattori vanno presi in considerazione all'acquisto di un sistema laser?

1. Chiedete sempre quale categoria laser è effettivamente in essere durante il funzionamento corretto (esercizio standard).

2. Controllate le caratteristiche pratiche operative della macchina laser, soprattutto per la sicurezza correlata a un utilizzo semplice e pratico.

3. Chiedete quali requisiti di sicurezza vanno soddisfatti per la messa in funzione e fateli confermare per iscritto dal produttore.

4. Chiedete miratamente quali valutazioni di rischio siano necessarie per il marchio CE e quali marchi di controllo siano disponibili (ad esempio TÜV).

5. Chiedete concretamente quali dispositivi siano possibili per minimizzare i pericoli legati a rischi secondari, come possibili emissioni tossiche e incendio di materiali combustibili.

6. Prima dell'acquisto dei sistemi laser richiedete una dimostrazione pratica con le applicazioni da voi richieste.

sistema eurolaser con area contrassegnata di categoria laser 4
sistema eurolaser con area contrassegnata di categoria laser 4

Conclusione:

i sistemi di eurolaser sono configurati in modo che in esercizio standard sia sempre rispettata la categoria laser 1 oppure 2. Ciò significa che l'operatore durante il normale esercizio della macchina lavora sempre in tutta sicurezza e senza rischi.

Risparmiate tempo - in tutta sicurezza

Le procedure operative sono state ottimizzate da eurolaser mirando alla massima praticabilità. Potrete posizionare il materiale direttamente sul piano di lavoro ed estrarre i pezzi tagliati subito dopo la procedura di taglio. Grazie all'intelligente soluzione di eurolaser otterrete la massima flessibilità e contemporaneamente una sicurezza ottimale. Non è necessario un locale protetto né occhiali protettivi durante il lavoro.

È sempre possibile lavorare in modo ergonomico e con esercizio redditizio. Le efficienti misure offerte per aspirazione e filtraggio garantiscono un ambiente lavorativo mai problematico, anche in presenza di emissioni difficili da trattare.

categoria laser 4 in aree protette da coperture
categoria laser 4 in aree protette da coperture
testa ottica eurolaser con dispositivi di protezione
testa ottica eurolaser con dispositivi di protezione

aree di comando e manipolazione sicure con categoria laser 1 in tutti i sistemi eurolaser
aree di comando e manipolazione sicure con categoria laser 1 in tutti i sistemi eurolaser

Concetto di sicurezza intelligente

L'esperienza ci ha mostrato che grandi cappe e recinzioni spesso non sono rispettate o sono ignorate dagli operatori. La procedura di lavoro si intoppa e si perde tempo prezioso. Naturalmente tutto ciò non segue la filosofia di chi ha inventato le macchine. Pertanto è importante creare una soluzione di sicurezza che non ostacola la procedura lavorativa.

Noi di eurolaser abbiamo scelto dei sensori agli infrarossi, oltre alla schermatura della radiazione laser, che controllano in tutto il sistema il corretto andamento della lavorazione. Controlli delle emissioni laser, sensori protettivi a urto e meccanismi antincendio offrono la massima sicurezza sul posto di lavoro.

Un esercizio sicuro a lungo termine di una macchina di lavorazione laser non si lascia definire semplicemente con una copertura completa di alloggiamento. Il fattore sicurezza è definito da numerosi fattori, ma spesso si trascura il lato pratico del lavoro. eurolaser offre la massima sicurezza possibile con una soluzione intelligente e senza compromessi.

I vantaggi della struttura eurolaser in sintesi:

  • massima flessibilità
  • massima sicurezza
    -contro irradiazione laser
    -irradiazione riflessa
    -dispersione delle emissioni
    -accesso durante la lavorazione
    -contro i rischi di incendio
  • lavoro ergonomico
  • esercizio redditizio
  • sicurezza dal punto di vista legale
  • soluzioni coerenti di aspirazione
  • omologazione TÜV, conformità CE

La soluzione di sicurezza a tutto tondo

  • soluzione costruttiva anti accessi per proteggere dalla radiazione laser
  • luce segnaletica di emissione laser
  • sensori ridondanti di monitoraggio
    -sensori IR sulla superficie di lavoro
    -sensori IR sul percorso del raggio laser
    -controllo delle emissioni laser
    -sensori di protezione a urto
    -contro i rischi di incendio
  • i dispositivi di sicurezza non impediscono il processo lavorativo
  • chiave di sicurezza - interruttore generale per il laser
  • luce segnaletica di emissione laser
  • la nostra soluzione di aspirazione tavola con protezione anti fiamma (RP)
  • efficiente aspirazione della testa a 360° controllata

Approfittate della consulenza approfondita e individuale dei nostri esperti per la sicurezza laser!

 
© 2015 - 2018 eurolaser GmbH. Tutti i diritti sono riservati.