A cosa devo fare attenzione per impostare le marcature di identificazione?

Taglio perfetto di materiali stampati

Molte applicazioni richiedono un taglio preciso rispetto a marcature di identificazione o altri riferimenti del materiale. A questo fine eurolaser offre una soluzione intelligente, costituita da videocamera CCD e software di valutazione: LaserScout POSITIONplus.

Scansione delle marcature di posizionamento
Scansione delle marcature di posizionamento

La videocamera CCD è installata direttamente sulla testa di lavorazione e all'inizio del processo cerca il pezzo in base alla marcature di identificazione impostate. In tal modo si possono scannerizzare marcatura di identificazione stampate, intessute o applicate, oltre a bordi e altri profili a forte contrasto. Posizione effettiva e dimensioni del pezzo sono così identificati con precisione e presi in considerazione per la successiva lavorazione.

Il software eurolaser LaserScout POSITION è in grado di riconoscere diversi tipi di marcature di posizionamento. Per ottenere la massima riconoscibilità e affidabilità forniamo qui alcune segnalazioni. Naturalmente non rappresentano requisiti indispensabili, ma aiutano nelle procedure di lavoro e migliorano il rendimento produttivo,

LaserScout POSITIONplus

Tenere conto delle seguenti caratteristiche:

Forma

La forma o l'aspetto di una marcatura di posizionamento è la sua caratteristica essenziale. LaserScout POSITION è in grado di riconoscere diversi tipi di forma. Oltre aa semplici cerchi identifica anche quadrati, croci, angoli e altri oggetti simmetrici. Per l'identificazione con telecamere i cerchi sono ideali, in quanto il centro del cerchio è lo stesso da tutti i lati. Questo è proprio il vantaggio essenziale. Una croce ad esempio (+) si trasforma rapidamente in una X in seguito a una rotazione di stampa e quindi non viene riconosciuta.

Figura 1
Figura 1
Figura 2
Figura 2

Contrasto

Quando si realizza la marcatura, controllare che il contrasto tra marcatura e sfondo sia sufficiente. La Figura 1 mostra un ottimo contrasto. La marcatura è nera su sfondo bianco. Non trapassa alcuno sfondo o motivo di stampa che interrompe il cerchio. Nella Figura 2 lo sfondo selezionato è pessimo. Non si garantisce la leggibilità e quindi si possono avere difficoltà in fase di identificazione. Garantire un'illuminazione adeguata dell'ambiente lavorativo.

Dimensioni

La telecamera che invia il segnale di immagine al software si trova direttamente sulla testina utensile. Pertanto rileva sempre solo una determinata sezione della superficie del tavolo, di circa 30 x 30 mm. Le marcature di posizionamento dovrebbero avere un diametro di circa 6 mm per poter essere identificate chiaramente entro tale sezione.

Figura 3
Figura 3
Figura 4
Figura 4

Numero

Per ogni motivo da tagliare sono necessarie almeno 3 marcature di posizionamento negli angoli del motivo. Anche in questo caso vige: quante più marcature sono disponibili, tanto più preciso sarà il risultato. Nella Figura 3 si riconoscono le marcature per ogni motivo. Sulla lunghezza del motivo sono presenti numerose marcature e quindi il risultato sarà più preciso. Nella Figura 4 si è utilizzato solo un gruppo di marcature negli angoli dell'intero foglio. Se sono disponibili solo le marcature esterne, dovrebbero essere utilizzate solo per il posizionamento. Per compensare eventuali spostamenti di stampa, consigliamo di usare svariate marcature.

Omogeneità

Per un'individuazione senza errori è consigliabile che tutte le marcature siano omogenee. Marcature diverse hanno infatti altri valori di offset e la lettura può rallentare rispetto al caso con marcature omogenee, prolungando i tempi produttivi. 

Se terrete conto delle cinque caratteristiche delle marcature di posizionamento potrete ottimizzare il workflow e sfruttare tutto il potenziale per il taglio preciso di motivi stampati.


Avete delle domande? Saremo felici di rispondervi.

 
© 2015 - 2019 eurolaser GmbH. Tutti i diritti sono riservati.